Achillea spontaneo – olio essenziale GADOI 5ml

72,00

Nome scientifico: Achillea millefolium L. s.l.
Famiglia: Asteraceae
Parte usata per la distillazione: infiorescenze
Metodo di raccolta: dallo spontaneo
Altitudine di raccolta: 1200 slm
Provenienza: Trentino
Formato: 5ml

Prezioso olio essenziale con profumo intenso e corposo
con resa molto bassa. L’achillea veniva chiamata anche
stagnasangue o erba del soldato.

Esaurito

Descrizione

Achillea

Achillea millefolium L., Sp. Pl. 2: 899 (1753)

    • Tracheophyta
      • Spermatophytina
        • Magnoliopsida
          • Asteranae
            • Asterales
              • Asteraceae Berchtold & J. Presl
                • Achillea L.

Sinonimi
Achillea compacta Lam.
Achillea magna L.
Achillea nabelekii Heimerl
Achillea submillefolium Klokov & Krytzka

Descrizione
L’Achillea è una piccola pianta erbacea perenne, di altezza compresa tra i 30 e i 100 cm. con fusto eretto, semplice e poco ramificato, tipica dei prati montani, adattata al calpestio e alla brucatura degli animali; le foglie sono minutamente divise in lacinie (da qui il nome specifico millefolium), di color verde, pelose. La pianta è altamente polimorfa e si possono trovare popolazioni di taglia bassa e minute ed altre alte e coriacee. Da maggio ad agosto appaiono i fusti fiorali, portanti una infiorescenza apicale di corimbi di capolini colore bianco-neve o a volte rosati. In anni particolarmente piovosi o in ambienti umidi i fusti sono numerosi, pieni di foglie e molto alti.
Il nome della pianta deriva forse dal nome dell’eroe greco Achille che ne scoprì le virtù medicamentose grazie al suo tutore Chirone, e la usò in battaglia a Troia per alleviare le sofferenze dei suoi compagni feriti, o forse dal nome di un medico greco chiamato Achilles e che sarebbe stato il primo a registrare gli usi di questa pianta.
In media per ottenere 1 litro di olio essenziale ci vogliono 200-300 kg di pianta. L’olio essenziale può essere un liquido denso di colore blu scuro e quasi opaco alla luce, con odore pungente, fresco cineolico e quasi medicinale; oppure può avere un colore verde pallido ed un odore erbaceo e leggermente canforato, con note di tujone.
La composizione chimica è estremamente varia, ed esistono vari sottospecie ed ecotipi, tanto che alcuni olii essenziali sono di colore blu molto scuro, ed altri un verde acquamarina chiaro. Queste differenze dipendono dalla presenza percentuale del camazulene, che può variare dal 5 al 33%; gli altri composti più importanti sono comunque l’1,8-cineolo, la canfora, l’ α-terpineolo, il β- pinene, ed il borneolo.
Utilizzato in quantità minime per impartire note molto particolari alle fragranze, si usa negli accordi verdi, erbacei e nelle fougeres.

Cautele
Vista la possibile presenza di tujone, è preferibile non utilizzare l’olio essenziale in caso di convulsioni, epilessia, febbre molto elevata

Lotti

Lotto 2016008 del 07/2016

gascromatografia »

This post is also available in: Inglese

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Achillea spontaneo – olio essenziale GADOI 5ml”