Olio essenziale di foglie di ginepro

Ed eccoci ad un’altra delle nostre essenze tipiche, l’olio di foglie di ginepro (da non confondere con l’olio essenziale di bacche o galbuli di ginepro).  Anche in questo caso vengono raccolti i ramoscelli fogliari di diametro non superiore ai 1,3 cm., per assicurare quella caratteristica nota agrumata e fresca che manca negli olii dominati dal legno.

La raccolta viene effettuata seguendo i tagli programmati del servizio forestale o di nostri collaboratori con permesso di taglio per pulire i boschi.  Una volta effettuati i tagli interveniamo a selezionare le frasche più belle e giovani, eliminiamo le parti più grossolane e vecchie e i ramoscelli di diametro troppo grosso. Il materiale viene sminuzzato ed immediatamente distillato per minimizzare la perdita di olio essenziale.

 

Olio essenziale di foglie di Ginepro

 

Nome botanico: Juniperus communis L. (Cupressaceae)

Sinonimo: Juniperus albanica Pénzes

Parte usata: foglie e ramoscelli fogliari.

Caratteristiche chimiche: L’olio essenziale di foglie di ginepro è dominato dai monoterpeni, soprattutto da alfa e beta-pinene e tujopsene.

Caratteristiche organolettiche: liquido trasparente e di colore giallo pieno, con una nota di pino e un aspetto amaro e verde-legno

Sicurezza: Non esistendo dati è preferibile evitare del tutto il suo utilizzo su pelle o mucose lesionate o di individui atopici. Nessun OE derivato delle Conifere dovrebbe essere utilizzato se troppo vecchio, ossia se eccessivamente ossidato, poiché potrebbe causare irritazione.

Effetti: possibile attività spasmolitica, mucolitica ed espettorante. Moderata attività antibatterica ed antinfiammatoria, e repellente per zanzare. Usato in particolare per le fragranze maschili nelle quali serve a impartire una nota di testa fresca e resinosa. Gli accordi di Pino possono essere elevati e rinfrescati dall’addizione di questo OE.

Lascia un commento