Santoreggia montana

Satureja montana L., Sp. Pl.: 568 (1753)

    • Tracheophyta
      • Spermatophytina
        • Magnoliopsida
          • Asteranae
            • Lamiales
              • Lamiaceae Lindl.
                • Satureja L.

Sinonimi
Satureja brevis Jord. & Fourr.
Satureja ciliata Avé-Lall.
Satureja flexuosa Jord. & Fourr.
Satureja mucronifolia Stokes
Satureja ovalifolia Huter, Porta & Rigo
Satureja pyrenaica Jord. & Fourr.
Satureja trifida Moench

La santoreggia montana è una pianta erbacea perenne alta da 20 a 50 cm, legnosa alla base, fortemente aromatica. Nativa delle aree del Mediterraneo, è coltivata soprattutto in Europa del Sud, ma adesso anche in Canada, Germania e USA. L’olio essenziale distillato in corrente di vapore ha colore da ambrato a marrone, con odore speziato, che ricorda timo e ancor più origano, ma con un carattere fresco da menta spica e retro-odore fenolico, erbaceo.  In media per ottenere 1 litro di olio essenziale ci vogliono 900 kg di pianta.  L’olio essenziale è dominato dal carvacrolo, che può arrivare al 75%. Altri composti importanti sono gamma-terpinene e para-cimene, ma si possono trovare buone quanttà anche di timolo, beta-cariofillene, limonene, acetato di bornile, alfa-terpineolo e terpinen-4-olo.  Irritante moderato di pelle e mucose,  cautela nell’usare sulla pelle l’olio essenziale in bambini di età inferiore ai 2 anni, soggetti con pelle ipersensibile, cite lesionata o malata.  Cautela nell’uso dell’olio essenziale per bocca in caso i soggetti assumano farmaci antidiabetici, anticoagulanti, ulcera peptica, emofilia ed latri disturbi della coagulazione.

Sinonimo botanico

Clinopodium montanum (L.) Kuntze
Micromeria montana (L.) Rchb.
Micromeria pygmaea Rchb.
Micromeria variegata Rchb.
Satureja brevis Jord. & Fourr.
Satureja ciliata Avé-Lall.
Satureja flexuosa Jord. & Fourr.
Satureja hyssopifolia Bertol.
Satureja karstiana Justin
Satureja montana var. chamaebuxus Briq.
Satureja montana var. communis Vis.
Satureja montana subsp. montana
Satureja montana var. stenophylla Boiss.
Satureja montana f. subquadrangula (Rohlena) Šilic
Satureja montana var. subquadrangula Rohlena
Satureja mucronifolia Stokes
Satureja ovalifolia Huter, Porta & Rig
Satureja petraea Jord. & Fourr.
Satureja pollinonis Huter, Porta & Rigo
Satureja provincialis Jord. & Fourr.
Satureja pyrenaica Jord. & Fourr.
Satureja rigidula Jord. & Fourr.
Satureja trifida Moench
Saturiastrum montanum (L.) Fourr.
Saturiastrum petraeum Fourr.
Thymus montanus (L.) Dum.Cours.

Taxa infraspecifici: sottospecie, varietà, cultivar, chemiotipi

Sottospecie
Satureja montana subsp. macedonica (Formánek) Baden
Satureja montana subsp. montana
Satureja montana subsp. pisidia (Wettst.) Šilic
Satureja montana subsp. variegata (Host) P.W.Ball

Descrizione botanica

La santoreggia montana è una pianta erbacea perenne alta da 20 a 50 cm, legnosa alla base, fortemente aromatica.

Habitat e coltivazione

Nativa delle aree del Mediterraneo, è coltivata soprattutto in Europa del Sud, ma adesso anche in Canada, Germania e USA.

Rese in olio essenziale

In media per ottenere 1 litro di olio essenziale ci vogliono 900 kg di pianta.

Descrizione dell'olio

L’olio essenziale distillato in corrente di vapore ha colore da ambrato a marrone, con odore speziato, che ricorda timo e ancor più origano, ma con un carattere fresco da menta spica e retro-odore fenolico, erbaceo.
L’olio essenziale è dominato dal carvacrolo, che può arrivare al 75%. Altri composti importanti sono gamma-terpinene e para-cimene, ma si possono trovare buone quanttà anche di timolo, beta-cariofillene, limonene, acetato di bornile, alfa-terpineolo e terpinen-4-olo.

Cautele

Irritante moderato di pelle e mucose,
Cautela nell’usare sulla pelle l’olio essenziale in bambini di età inferiore ai 2 anni, soggetti con pelle ipersensibile, cite lesionata o malata.
Cautela nell’uso dell’olio essenziale per bocca in caso i soggetti assumano farmaci antidiabetici, anticoagulanti, ulcera peptica, emofilia ed latri disturbi della coagulazione

Molecole

  • (+)-Limonene 0,200% - 5,700%
  • Carvacrolo 46,000% - 75,000%
  • p-Cimene 2,200% - 15,000%
  • Timolo 1,000% - 8,000%
  • α-terpineolo 2,400% - 4,400%
  • γ-terpinene 2,000% - 15,000%