Issopo CT pinocanfone

Hyssopus officinalis L., Sp. Pl.: 569 (1753)

    • Tracheophyta
      • Spermatophytina
        • Magnoliopsida
          • Asteranae
            • Lamiales
              • Lamiaceae Lindl.
                • Hyssopus L.

Sinonimo botanico

Hyssopus alopecuroides Fisch. ex Benth.
Hyssopus altissimus Mill.
Hyssopus angustifolius M.Bieb.
Hyssopus beugesiacus Jord. & Fourr.
Hyssopus caucasicus Spreng. ex Steud.
Hyssopus decumbens Jord. & Fourr.
Hyssopus fischeri Steud.
Hyssopus hirsutus Hill
Hyssopus judaeorum Sennen
Hyssopus myrtifolius Desf.
Hyssopus officinalis var. angustifolius (M.Bieb.) Benth.
Hyssopus officinalis subsp. borealis Domin
Hyssopus officinalis var. decumbens (Jord. & Fourr.) Briq.
Hyssopus officinalis var. decussata Pers.
Hyssopus officinalis var. latifolius Fisch. ex Benth.
Hyssopus officinalis subsp. officinalis
Hyssopus officinalis f. officinalis
Hyssopus orientalis Adam ex Willd.
Hyssopus passionis Sennen & Elias
Hyssopus polycladus Jord. & Fourr.
Hyssopus pubescens Jord. & Fourr.
Hyssopus recticaulis Jord. & Fourr.
Hyssopus ruber Mill.
Hyssopus schleicheri G.Don ex Loudon
Hyssopus torresii Sennen
Hyssopus vulgaris Bubani
Thymus hyssopus E.H.L.Krause

Taxa infraspecifici: sottospecie, varietà, cultivar, chemiotipi

Hyssopus officinalis subsp. aristatus (Godr.) Nyman
Hyssopus officinalis subsp. canescens (DC.) Nyman
Hyssopus officinalis subsp. montanus (Jord. & Fourr.) Briq.
Hyssopus officinalis subsp. aristatus (Godr.) Nyman
Hyssopus officinalis subsp. austro-oranensis Maire
Hyssopus officinalis subsp. canescens (DC.) Nyman
Hyssopus officinalis subsp. montanus (Jord. & Fourr.) Briq.
Hyssopus officinalis subsp. officinalis

Sinonimo francese

hysope

Sinonimo inglese

hyssop

Sinonimo spagnolo

hisopo

Sinonimo tedesco

Ysop

Ysop

Descrizione botanica

L'issopo è un suffrutice aromatica, alta 30-60 cm, con fusto legnoso alla base e un numero di ramificazioni verticali diritte. Porta foglie lanceolate, sessili, e opposte di colore verde scuro e lunghe da 2 a 2,5 cm. I fiori, riuniti in spighe, hanno calici generalmente arrossati, e corolle azzurro violette (o più raramente, bianco e rosa), molto profumate.

Habitat e coltivazione

Presumibilmente originario dell'area mediterranea, Hyssopus officinalis è noto e coltivato come erba culinaria e per usi medicinali da centinaia di anni. Il suo habitat naturale sono le rupi calcaree soleggiate nella fascia submediterranea (200 a 1200 m s.l.m) e cresce spontaneamente nelle zone costiere del sud della Francia, dell'Italia, della Jugoslavia, degli Stati Uniti, ecc. Ed è coltivata in questi paesi e in Bulgaria, Ungheria e Olanda allo scopo di distillare il suo olio essenziale.

Parte usata

Fusti, foglie e fiori

Raccolta

Nel primo anno si effettua una sola raccolta quando la pianta è in piena fioritura e ciò avviene in agosto/settembre. La raccolta si esegue sfalciando le piante a 15 cm da terra. La produzione diventa consistente nel 2° anno quando si eseguono generalmente due tagli, il 1° in giugno-luglio subito prima della fioritura, il 2° in settembre/ottobre. Le piante raccolte la mattina presto sono più ricche di o.e. Distillazione in corrente di vapore classica (stile lavanda)

Rese in olio essenziale

Possibili rese basse, 0,03-0,16%. Nelle varietà ricche in OE la resa da pianta fresca potrebbe essere dello 0,3%, dello 0,9% in quella secca, ossia da 0,15 a 0,4 kg/100 m2.

Descrizione dell'olio

L'olio essenziale è di colore da giallo chiaro a marrone, o leggermente verdastro, con un odore potente, legnoso, leggermente dolce-canforato o mentolato, con delle note caldo aromatiche e speziate. Il sapore è caldo e dolce, leggermente bruciante o mordente, ma ricco aromatico ed erbaceo-speziato.

Adulterazioni

L'olio viene occasionalmente adulterato con olio di Thuja, olio di canfora o frazioni di olio di canfora, olio di lavandino, olio di mirto, olio di salvia, ecc.

Uso storico

L'olio di issopo è usato in aromaterapia, non solo per sostituire la pianta in sottaceti, salse e condimenti di carne, ecc., ma anche per dare bouquet alle bevande alcoliche, in particolare il liquore "chartreuse" di liquore.

Uso in profumeria

In profumeria, l'olio apporta un corpo ricco, note erbacee calde e speziate e personalità o carattere tipico a certi tipi di fragranze, ad es. le colonie di agrumi, le fougères, le ambre e le fragranze aldeidiche leggere e le basi pesanti orientali. Si sposa bene con olii di agrumi, olio di lavanda, rosmarino, mirto, foglia di alloro, salvia e salvia clary, amil salicilato, linalolo, eugenolo, geraniolo, ecc.

Cautele

Evitare l’uso in gravidanza ed allattamento, e in bambini sotto ai 2 anni. Non utilizzare per via orale. Non superare la percentuale dello 0.3% in applicazioni cutanee<